Mi manca mia madre, mi manca essere una figlia

Spesso non ci rendiamo conto di quello che abbiamo, fino al giorno in cui lo perdiamo. Questo capita con un amica, un parente, un genitore… anche perché il bene di un genitore lo diamo per scontato… ma il bene per la madre é uno solo ed infinito e solo quando, poi non c’è più, ci rendiamo conto l’importanza per noi….

La mamma è una sola.. è la nostra migliore amica, è una parte di noi che non morirà mai, e anche se non sarà più presente fisicamente ci accompagnerà nei momenti belli ma soprattutto ci proteggerà nei brutti. la cosa importante è viversi la propria mamma fino in fondo, farla ridere fino all’ ultimo respiro….

Le bellissime parole di Priscila Citera che ha raccontato le emozioni e i sentimenti verso la madre

Una giornalista di origine brasiliana Priscila Citera nel 2016, ha raccontato le emozioni e i sentimenti che provava.

Nonostante fossero passati molti anni dalla morte della propria madre: “Il 2000 è stato l’ultimo anno in cui ho festeggiato la festa della mamma e per me, da allora, il mese di maggio è sempre il peggiore.

NON PERDERTI  Mia madre mi ha insegnato tutto. Tranne come vivere senza di lei

Il giorno 5 era il suo compleanno, poi c’è la seconda domenica del mese che è il momento in cui dico a tutti i miei amici che esiste qualcosa di peggio che non avere un innamorato per il giorno di San Valentino. Infine, arriva il triste 26 che è il giorno in cui è venuta a mancare.

Per fortuna ho ancora papà, ma non è la stessa cosa, è un modo di amare diverso rispetto il modo in cui amo ancora oggi mio padre.. a come amavo , amo, amerò sempre mamma…

Mi manca tutto di Lei, il suo modo di proteggermi, di farmi sentire tranquilla, il suo sorriso, anche quando era triste anche quando era malata, ha sempre sorriso….

Ha combattuto per 10 anni contro il brutto mostro (il Cancro), ma ha vinto lui …. Da quando non c’è più mi dispiace che non ho potuto condividere più con lei i momenti belli e quelli brutti, alla mia laurea indossavo una collanina d’oro con il suo nome inciso sopra e quando mia nonna l’ha vista per la prima volta, non è riuscita a trattenere le lacrime.

NON PERDERTI  Non sono una madre, ma una zia. Il testo ha appassionato il mondo!

Quando mi sono sposata ho usato la parte superiore del vestito che mi aveva cucito mia madre per la festa dei miei 15 anni, in modo che potesse essere lì anche lei.

Ogni volta che ho fatto qualcosa di importante l’ho sempre portata nel mio cuore

Ogni volta che ho fatto qualcosa di importante l’ho sempre portata nel mio cuore come mia più grande fonte di ispirazione.

Ma è nelle piccole cose che la ricordo e le rendo omaggio, come in questo testo. E mi sento felice, grata e onorata che così tante persone trovino così tante somiglianze tra noi due.

Dalla morte di mia madre che non festeggio la festa della mamma, e dato che nn voglio dei figli, questa data non avrà più significato per me.

Il passare degli anni può attenuare il dolore, ma nulla potrà mai curare questa ferita.

Ci sono dei giorni in cui penso alla quantità di cose che ho vissuto e che lei non ha visto, sembra che siano passati molto più di 16 anni da quando se ne è andata. Altri giorni, invece, fa così male che sembra che se ne sia andata ieri.

NON PERDERTI  I nostri cani hanno una missione segreta, ecco di cosa si tratta

Ma se c’è una cosa che dico sempre ai miei amici e che vorrei dire a te è: divertiti molto con tua madre mentre ne hai una. Dalle importanza, affetto e amore.

Mia madre ed io abbiamo avuto un sacco di discussioni e posso solo dire che mi mancano anche quelle; e lo sentirai anche tu. Ti mancherà avere una madre, ti mancherà essere una figlia“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *