Fuoco di Sant’Antonio, viene a causa dello stress e va curato bene perchè potrebbe essere pericoloso

Nella società odierna lo stress è diventato qualcosa di naturale, quando in realtà nuoce gravemente alla salute, può comportare, disturbi di qualsiasi genere, ma che si notano con il passare del tempo.

Tutti sappiamo che, se si soffre di stress cronico, generalmente, si è soggetti anche ad un abbassamento delle difese immunitarie, questo comporta, una serie di gravi conseguenze.

Queste conseguenze, le paghiamo poi con il tempo, senza darci la possibilità di rimediare urgentemente, ma dopo vanno curate con altro tempo.

Fuoco di Sant’Antonio: da cosa deriva?

Tra le tante patologie che si possono presentare a causa dello stress, troviamo il fuoco di Sant’Antonio, molto nominato ma soprattutto, almeno una volta nella vita, abbiamo avuto a che fare con qualcuno che ne soffriva.

Il fuoco di Sant’Antonio, in realtà ha un nome scientifico ed è: Herpes Zoster, insomma un herpes della pelle, ma molto più grave e problematico di quello che compare sulle nostre labbra.

NON PERDERTI  Energia Maligna: 9 Oggetti Proibiti Che L’attirano In Casa Nostra

L’Herpes Zoster, viene provocato dallo stesso virus della varicella, insomma presenta più o meno anche gli stessi sintomi.

Tutto inizia nel momento in cui contraiamo la varicella, generalmente nell’infanzia, il virus rimane inattivo nel nostro corpo, finché a causa dello stress, non si presenta il cosiddetto fuoco di Sant’Antonio.

Secondo una serie di studi, L’Herpes Zoster è una malattia che sembra facile da curare ma in realtà non lo è, presenta eruzioni cutanee molto dolorose e che comportano anche una serie di neuropatie.

Generalmente, si presenta sotto forma di pelle molto irritata, solo successivamente compaiono delle bolle che portano prurito e bruciore, insomma sarebbe impossibile anche restare sdraiati nel letto.

Alcuni segnali e sintomi del fuoco di Sant’Antonio

Ma è possibile individuare in tempo questa malattia? Certo che lo è, vi sono alcuni segnali e sintomi che si presentano dei primi giorni precedenti alla comparsa effettiva del fuoco di Sant’Antonio.

Questi sintomi sono: Prurito su tutta la zona cutanea, mal di testa, febbre generalmente alta, forte sensibilità alla luce, sensibilità al tatto, dolore e formicolio su alcune zone del corpo, stanchezza, vesciche e alcune macchie rosse sulla pelle. Ovviamente, è consigliato prima di auto diagnosticarsi una malattia, richiedere il consiglio del proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *