L’universo restituisce tutto ciò che ci viene tolto ingiustamente

L’universo, prima o poi, restituisce sempre ciò che ci è stato sottratto ingiustamente a causa di varie circostanze.

Spesso, ci riteniamo sfortunati e se più eventi sfortunati, si sommano tra di loro, ci ritroviamo a fare i conti con il pessimismo, questa è una situazione molto frequente.

In realtà, l’universo, non sta facendo altro, che darci l’illusione di aver perso qualcosa, magari un sentimento forte, ma ci riserva, con il tempo, qualcosa di ancora più bello.

Universo: la legge del ritorno

Questa è la legge del ritorno, vi assicuro, che non fallisce mai, prima o poi tutto e tutti tornano, è la natura, non c’è mai stato nulla che non sia tornato dal legittimo “proprietario”.

Questo vale per qualsiasi cosa, che sia un oggetto, una persona, un sentimento e così via, questo però, non deve abbatterci, anzi, dovrebbe darci la forza di riottenere ciò che ci è stato ingiustamente tolto.

Ricordate sempre, che un buon marinaio, sa navigare anche in acque molto agitate, questo non lo spaventerà mai, se la vita ci riserva una serie di eventi sfortunati, dobbiamo soltanto farci forza.

NON PERDERTI  Se eri un bambino negli anni ’50 ’60 ’70 ’80 devi leggere!

Ad esempio, c’è una tecnica molto utilizzata in America, relativa sempre all’universo e ciò che lo circonda, ovvero le sue energie che condizionano la nostra vita.

Parliamo della tecnica “Fake it until you make it”, tradotto letteralmente vuol dire: “Fingi finché non ottieni”. Ultimamente se né parlato in Italia, grazie all’influencer Paolo Stella, che ha rivelato di aver utilizzato questa tecnica più volte nella vita, per ottenere un qualcosa.

Prima di tutto, si tratta di una tecnica che può svolgere chiunque, consiste nel essere convinti che quello che ci manca, in realtà sia già di nostro possesso, così che l’universo, sarà costretto a procurarcelo.

Ad esempio, se stiamo passando un periodo un po’ triste, basterà sentirsi felici, dimostrarsi felici, senza mai dire a noi stessi e agli altri “non ce la farò, sono troppo triste”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *