giovedì, Maggio 23, 2024
Bellezza

Come prendersi cura della pelle acneica

La pelle, l’organo più esteso del nostro corpo, può avere diverse caratteristiche. Tra queste, rientra la tendenza acneica. Tale situazione può portare a delle forti difficoltà emotive. Non bisogna assolutamente disperare! Esistono, infatti, diversi consigli, semplici da mettere in pratica, che consentono di gestire la situazione.

Scopriamone alcuni nelle prossime righe dell’articolo!

Pelle grassa e a tendenza acneica: ecco cosa sapere

La pelle grassa, come dice la parola stessa, si contraddistingue per un’eccessiva produzione di sebo. Gli effetti sono diversi. Tra questi è possibile citare il palesarsi di un effetto all’insegna dell’opacità e dell’irregolarità.

La pelle grassa rappresenta un contro non indifferente anche dal punto di vista della gestione del make up. La pelle che produce eccessivo sebo, infatti, è associata a situazioni in cui il trucco tende a scivolare via.

Tra le conseguenze più fastidiose rientra, però, il rischio di formazione di acne e punti neri, conseguenza del sebo in eccesso che viene, di fatto, intrappolato nei pori aperti.

NON PERDERTI  Make-up per uomini in arrivo. Il nuovo trend promuove l'uguaglianza in genere

Dopo questa doverosa premessa, possiamo entrare nel vivo dei consigli pratici per prendersi cura della pelle con queste peculiarità.

Beauty routine e altri consigli per gestire la pelle a tendenza sebacea e acneica

Gestire la pelle acneica e attenuare le problematiche sopra menzionate è possibile se si sa come procedere.

Il primo consiglio è di rivolgersi a un dermatologo. Lo specialista in questione che, a seconda delle indicazioni di partenza, può collaborare con altri professionisti della medicina, come per esempio il ginecologo, se le circostanze lo richiedono può prescrivere dei farmaci.

Autonomamente si può procedere includendo nella propria routine alcune abitudini. Tra le più importanti figura il fatto di detergere il viso due volte al giorno, mattina e sera, utilizzando acqua calda e prodotti non aggressivi.

Attenzione: due volte è il numero minimo! Se possibile, infatti, è bene detergere il viso anche quando si suda o dopo aver fatto sport.

Essenziale è non schiacciare né i brufoli, né i punti neri. Il rischio, così facendo, è di peggiorare la situazione, infiammando ulteriormente la pelle e rischiando anche infezioni.

NON PERDERTI  Con Questa Crema Color Oro Dimostrerai 10 anni di meno e le Occhiaie saranno Impercettibili

Un altro suggerimento importantissimo prevede il fatto di non esporre mai la pelle al sole senza un’adeguata protezione (a tal proposito, si ricorda di controllare il fattore SPF non solo della crema solare, ma anche della crema idratante che si applica sul viso tutti i giorni).

A tal proposito, è doveroso fare presente che, nella scelta dei cosmetici, è opportuno orientarsi verso prodotti caratterizzati dalla presenza di ingredienti antinfiammatori, come per esempio il cannabidiolo o CBD, principio attivo della cannabis dalle numerose proprietà (scegli i prodotti CbWeed per avere la certezza della massima qualità e sicurezza in merito).

L’importanza della dieta

Ci si prende cura della pelle a tendenza grassa e acneica non solo davanti allo specchio, ma anche a tavola.

Tra i suggerimenti più utili spicca il fatto di ridurre l’indice glicemico dei piatti che si portano in tavola.

Come mai? Il meccanismo è molto semplice: gli alimenti caratterizzati da un’eccessiva quantità di zucchero provocano un aumento dell’insulina e, di riflesso, una stimolazione degli androgeni, gli ormoni tipici dell’organismo di sesso maschile ma presenti, seppur in quantità blande, anche nelle donne.

NON PERDERTI  Gambe snelle: hai questa protuberanza? Gli esercizi per eliminarla

Il quadro appena descritto, come sottolineato da diversi studi di qualità svolti negli ultimi 30 anni, provoca un incremento della produzione di sebo.

Da ridurre fortemente è altresì l’apporto di grassi saturi, così come quello di alcolici.

Tornando agli alimenti ad alto IG, rammentiamo la possibilità di sostituirli con cibi caratterizzati da un elevato contenuto di fibre. Un esempio? I legumi, che hanno il grande vantaggio di essere sazianti e, di riflesso, funzionali al controllo del peso.

Concludiamo citando il ruolo dei fitoestrogeni, contenuti, giusto per citare la fonte più celebre, nella soia e nei suoi derivati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hiubert ADV
Partita IVA: IT03031480803