Ecco come sarebbe la fibromialgia se fosse visibile

Vi sono diverse patologie non visibili all’occhio umano, come ad esempio la depressione, che è una malattia, ma non possiamo vederla né toccarla. Tra le tante malattie e patologie che non possiamo vedere in nessun modo c’è anche la fibromialgia, una condizione davvero invalidante per le molte persone che ne soffrono. Molti si chiedono come sarebbe la fibromialgia se fosse visibile.

Diagnosi della fibromialgia

La sua diagnosi non è semplice, prima di poter dire che un paziente soffre di fibromialgia, bisogna escludere ogni tipo di problema quali: qualsiasi processo immunologico, tumorale o infettivo. Insomma, è davvero più complicato del previsto, ma per capire bene di costa stiamo parlando, entreremo nello specifico.

Innanzitutto, la fibromialgia è una patologia che colpisce circa l’8% della popolazione mondiale, mostra una prevalenza di pazienti donne anziché uomini.

L’età in cui si presenta può spaziare tra i 20 e i 60 anni, anche se, non è frequente, ma vi sono alcuni casi, può manifestarsi negli adolescenti e bambini.

NON PERDERTI  I dolori e gli stati emotivi potrebbero essere collegati tra loro

La fibromialgia non può essere diagnosticata al 100%, poiché, non esistono radiografie, ecografie, analisi o risonanze magnetiche che possono provare che sia presente questa patologia.

Presenta dolori generalizzati su tutti i muscoli

Questa malattia, presenta dolori generalizzati su tutti i muscoli, inizialmente si parte da un punto specifico, dove iniziamo a sentire dei leggeri dolori.

Poi successivamente, si sposta e aumenta sempre di più fino a renderci quasi impossibile compiere dei movimenti semplici. Già nel 1900 veniva riconosciuta, anche se con un altro nome: fibrosite, ma dopo una serie di ricerche nel 1990, in America, prese il nome di fibromialgia e vi trovarono dei parametri per diagnosticarla.

Ma è soltanto nel 1992 che è stata riconosciuta mondialmente come una patologia, insomma, intorno alla fibromialgia c’è sempre stato molto mistero.

Tutt’ora, non tutti i medici, sono totalmente al corrente di questa malattia o quanto meno, non tutti sono totalmente aggiornati sulle condizioni che comporta la fibromialgia. Importante però, se pensate di soffrirne, è sicuramente effettuare una visita di controllo dal vostro medico generico e non diagnosticarvi da soli delle malattie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *