Dieta Chetogenica, il regime dietetico per passare dalla taglia 46 alla 42 in due mesi

Il periodo della prova costume ormai è terminato, infatti, anche a causa del lockdown, pochissime persone sono riuscire a superare questa prova.
Ora però, dobbiamo soltanto concentrarci per arrivare in perfetta linea al prossimo anno.

Non temete, oggi ci siamo noi, a consigliarvi delle diete che vi permettono di raggiungere i risultati sperati in poco tempo. Infatti oggi parliamo di una dieta, che negli ultimi tempi è diventata incredibilmente famosa, parliamo della dieta chetogenica.

Una dieta che è stata scoperta intorno agli anni ‘20 dal dott. Geyelin ed è stata riscoperta poi, negli ultimi anni dagli attori e cantanti americani.

Dieta Chetogenica, il regime dietetico per passare dalla taglia 46 alla 42 in due mesi

L’hanno sponsorizzata davvero tanto, perché è davvero efficace, è una dieta che ci mette a dura prova ma in poco tempo, ci rende davvero soddisfatti.

Questa dieta si basa principalmente, sul basso consumo di carboidrati e l’eliminazione totale degli zuccheri dalla nostra dieta, in un certo senso, è necessario nutrirsi soltanto con proteine e grassi.

NON PERDERTI  Finalmente creata la pelle artificiale da poter utilizzare in caso di gravi ustioni

Ma come funziona? Se assumiamo carboidrati in abbondanza, il nostro corpo, utilizzerà gli zuccheri per trasformarli in energia, quindi avremo sempre il grasso in eccesso nelle zone più antipatiche.

Mentre eliminando gli zuccheri e riducendo al minimo i carboidrati, il nostro corpo, per produrre energia utilizzerà il nostro grasso, quello adiposo soprattutto che ci lascia sempre sospesi.

Importante è seguire la dieta in maniera rigida, in modo tale da portare il corpo in chetosi.

I nutrizionisti però, consigliano questa dieta soltanto per circa 2 mesi, dopodiché è necessario interrompere, daranno il via libera, soltanto dopo aver ottenuto il consenso dal vostro medico di base.

Un tipico programma alimentare è questo:

Primo giorno, a colazione mangiare: uova e pomodoro in qualsiasi quantità, a pranzo, un’insalata di formaggio con feta, olio d’oliva e carne, di qualsiasi tipo, quella che preferite in qualsiasi quantità. A cena, invece: polpette, verdure e formaggio.

Il secondo giorno: Colazione: formaggio, uova e pomodori. A pranzo: spinaci e uova, mentre a cena: formaggio, carne e verdure.

NON PERDERTI  Allergia al nichel, ecco tutti gli alimenti che lo contengono

Il terzo giorno: Colazione: frappè di frutta, purché sia senza zuccheri. A pranzo: guacamole, noci e verdure crude a piacere. A cena: pollo, formaggio magro e verdure al vapore.

Il quarto giorno: Colazione: frittata con spezie a piacere e avocado. A pranzo: gamberi e avocado. A cena: insalata di broccoli, tacchino e formaggio a piacere.

Il Quinto giorno: Colazione: frittata con formaggio e pomodori. A Pranzo: guacamole, una manciata di noci, salsa di yogurt con verdure crude a piacere. Cena: funghi, uova, insalata.

Il Sesto giorno: Colazione: frittata con prosciutto e verdure. A Pranzo: formaggio bianco tipo primosale o ricottina, prosciutto, una manciata di noci. A Cena: bistecca di manzo, insalata e uova.

Il Settimo giorno: Colazione: uova con funghi. A Pranzo: tartare di manzo, insalata di pomodori. A Cena: petto di pollo ai ferri, insalata, uova.

Questa dieta è solo indicativa, e consigliamo in ogni caso la supervisione di un nutrizionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *