Cercasi Volontari Disposti A Donare La Propria Voce Per AudioLibri Ai Non Vedenti

Leggere non è solo un modo per tenersi in allenamento e renderci più aperti verso varie situazioni, ma è anche un modo per evadere dalla vita quotidiana.

Molte persone, reputano la lettura come una terapia, un qualcosa che li rende migliori, non solo dal punto di vista culturale, ma anche emotivo.

Diventa un modo per confrontarsi con lo scrittore, ma anche con altre persone che hanno la nostra stessa passione, ma soprattutto è un modo per scoprire mondi a noi sconosciuti.

Nascono gli audiolibri per i non vedenti.

C’è però, chi non è così fortunato come noi, ci sono persone che non possono usufruire a pieno di questa passione, non possono sviluppare questo piacere.

I non vedenti ad esempio, sono costretti a leggere testi in braille, ma non tutti i testi sono tradotti in questo metodo speciale che consente ai non vedenti di apprendere un testo. Infatti, spesso, bisogna ricorrere agli audio libri, sempre più complicati da reperire, quando si reperiscono in più, c’è l’aggravante del costo, che a parer di molti è eccessivo.

NON PERDERTI  Pomodori marocchini trattati con ddt, svenduti a 60cent al Kg,e agricoltori siciliani che falliscono

Dunque, sono un paio di anni, che i non vedenti e le famiglie degli stessi, si battono per questo diritto, poiché leggere è un diritto di tutti gli essere umani. Esattamente come l’istruzione e la cultura, infatti, la lettura fa parte proprio di questi due grandi argomenti. Infatti adesso, tutte le case editrici, si sono mobilitate per cercare di convertire, gran parte dei loro testi, dallo scritto agli audio libri, proprio per facilitare il tutto.

Ma anche questa, sembra essere un impresa, infatti, l’associazione di Brindisi per i non vedenti, sta cercando dei volontari che tramite le proprie apparecchiature da casa, registrino la loro voce.

Dunque, sono stati aperti dei particolari concorsi, che permettono a dei candidati di presentarsi come volontari, per registrare la lettura di un libro.

In realtà, la procedura è incredibilmente semplice, basterà, registrare la propria voce, attraverso anche una registrazione effettuata da casa e inviarla alla loro mail.

Ma come possiamo candidarci?

NON PERDERTI  Pompiere salva un cucciolo di canguro da un incendio in Australia, il video sta diventando virale

Basterà mandare una email all’indirizzo: donalatuavoce@uicibrindisi.it con un demo vocale anche di 3 minuti. Oppure telefonare al numero 0831 526105 o al 329 6826213 ad orario d’ufficio dal lunedì al venerdì.