Trovato ARSENICO cancerogeno nelle acque minerali italiane: Ecco La Lista

Purtroppo sappiamo, che questo tasso elevato di ammalati di tumori, è principalmente dovuto da due grandi fattori: l’inquinamento e quindi il tasso elevato di CO2 e l’alimentazione.

Purtroppo, dopo aver scoperto che alcuni tipi di prodotti che vengono importati dall’estero, sono coltivati non seguendo alcune normative igieniche dettate dall’UE, siamo rimasti sotto shock.

Prodotti senza il rispetto delle norme igieniche dettate dall’UE.

Il problema principale, è rappresentato proprio dalla noncuranza dello stato sotto certi aspetti, infatti i controlli sono relativamente efficienti.

Ricordiamo infatti, che è il permesso stesso d’importazione di prodotti agricoli ad essere intollerabile, non il controllo stesso dei prodotti.

Poiché il controllo viene effettuato ma le importazioni non vengono bloccate, finché avremo questo problema, non riusciremo a liberarci di queste malattie incontenibili.

Di fatti, ultimamente, però, abbiamo trovato un’ulteriore problema, sono state rilevate delle tracce di arsenico, prodotto altamente cancerogeno per l’uomo, all’interno dell’acqua, anche quella Italiana.

L’arsenico, è davvero letale, infatti ne è vietata la vendita, se non con un permesso speciale, per i civili, questo perché è davvero pericoloso entrarne a contatto.

NON PERDERTI  Pannelli solari trasparenti possono trasformare le finestre in fonti di energia

Noi oggi, quindi, vi forniremo, la lista di tutta l’acqua, contaminata da arsenico e le percentuali contenute all’interno di questo prodotto che è vitale.

Infatti, non ci si può fare a meno dell’acqua, il nostro corpo, è composto esattamente dal 60% d’acqua, ed è impossibile vivere senza.

I marchi coinvolti sono:

Gaudianello con circa il 0,619 microgrammi per litro, Santa croce con il 0,124 per litro, Leggera con il 4,650 un tasso davvero alto. Lilia con il 1,900 , Sveva con circa il 2,740 , Ferrarelle 6,810 , Lete 0,759 , Lieta, marchio tipico della Conad con il 0,238 , Galvanina con il 0,162 , Monte Cimone marchio della Coop con circa il 0,098. Di Nepi, con circa il 5,710 , Claudia con il 0,059 , Egeria con circa il 8,910 , Fiuggi con circa il 1,850 , Levissima con 6,200, San Pellegrino con 1,380 , Sant’Anna (fonte Vinadio) con circa il 5,220