Ricette con stoccafisso: quali sono le più buone?

Lo stoccafisso, a differenza del baccalà, è un merluzzo sottoposto a un processo di essiccazione all’aria e al sole. Grazie a questo processo riesce a durare per lunghi periodi e può essere consumato quando lo si desidera.

Lo stoccafisso per essere buono da cucinare in genere dev’essere reidratato, una volta completato questo procedimento si potrà iniziare a preparare alcune delle ricette delle quali è protagonista.

Ma quali sono le ricette con stoccafisso più buone da provare? In quest’articolo ve ne proponiamo tre differenti, tipiche della tradizione regionale italiana.

Baccalà mantecato veneziano

Abbiamo detto prima che baccalà e stoccafisso subiscono due processi di conservazione differenti. Allora perché stiamo per darvi una ricetta a base di baccalà? In realtà non è così! Infatti, se non lo sapete il nome baccalà in veneto viene utilizzato per definire lo stoccafisso. Dunque, in realtà ci stiamo accingendo a preparare: lo stoccafisso mantecato alla veneziana.

Questo è uno dei piatti più famosi a base di stoccafisso ed è tra le caratteristiche principali della cucina veneta. In genere, il baccalà mantecato viene servito insieme a dei deliziosi crostini oppure alla più classica polenta.

NON PERDERTI  Conoscete il vaso della felicità? Tutti dovrebbero averlo in casa

La preparazione del baccalà o stoccafisso mantecato in realtà è molto semplice, basta infatti:

  • Cuocere lo stoccafisso per 10 minuti in acqua bollente salata
  • Scaldare l’olio di girasole e l’olio di oliva a bagnomaria, facendo raggiungere una temperatura pari e non superiore ai 60°
  • Scola lo stoccafisso, ma ricordati di conservare un bicchiere d’acqua della sua cottura
  • Adesso devi procedere con una planetaria con la spatola quella ad arpa alla creazione dello stoccafisso mantecato.
  • Quindi metti la polpa dello stoccafisso e aggiungi pian piano, olio e sale mentre gira nella planetaria
  • Alla fine aggiungi l’acqua di cottura e mescola fino a quando non ottieni una consistenza cremosa
  • Se lo desideri puoi aggiungere un po’ di alloro spezzettato
  • Servi a tavola su un crostino oppure con la polenta

Lo stoccafisso alla messinese

Dal lontano Veneto scendiamo al Sud e precisamente in Sicilia per scoprire un’altra ricetta a base di stoccafisso quello alla messinese. Questa ricetta prende diversi nomi: stoccafisso messinese alla ghiotta, stocco alla messinese, piscistoccu a missinisa e così via. In ogni caso, come vogliate chiamarlo o meno non importa, la cosa rilevante è il sapore che ha questa deliziosa ricetta.

NON PERDERTI  Flatulenza: più scoreggiano i vostri uomini più sono intelligenti. Lo dice una ricerca

Per preparare lo stoccafisso alla ghiotta alla messinese devi:

  • Ammollare lo stoccafisso e reidratarlo correttamente
  • Tagliare lo stoccafisso a pezzi uguali
  • Tritare sedano e cipollotto, tagliare le patate a cubetti e le pere a dadini
  • Far soffriggere i cipollotti a fuoco basso aggiungendo pian piano gli ingredienti, tranne pomodoro e stoccafisso.
  • Far cuocere il tutto nella padella per almeno 5 minuti
  • Procedere all’aggiunta del pomodoro e far cuocere 15 minuti
  • Aggiungi lo stoccafisso
  • Cuoci per un’ora e continua ad aggiungere l’acqua per riuscire a rendere sugoso e morbido ogni ingrediente
  • Fai asciugare solo l’acqua in eccesso e servi a tavola!

Lo stoccafisso accomodato alla genovese

Infine, ci affacciamo sul Tirreno con una ricetta deliziosa dello Stoccafisso Accomodato alla Genovese. Questa ricetta è davvero molto semplice e ci vogliono pochi ingredienti, l’unica cosa è la pazienza perché deve cuocere per molte ore.

Per la preparazione dello stoccafisso alla genovese bisogna:

  • In una pentola mettere a fuoco lento: olio e acciughe facendole sciogliere pian piano
  • Aggiungere poi: cipolla, carote, sedano e funghi facendoli cuocere per almeno dieci minuti
  • Aggiungi i filetti di stoccafisso
  • Dopo di ché metti in padella: il sale, le olive, il pomodoro e le patate
  • Fai cucinare in padella con coperchio per almeno 3 ore.
  • L’ultima mezz’ora fatelo cucinare senza coperchio
  • Infine, aggiungete pinoli, aglio e prezzemolo
  • Fate riposare per 30 minuti e servite a tavola
NON PERDERTI  Coronavirus: Madrid mette a disposizione dei senzatetto un albergo e una pensione

Ora che conosci queste tre ricette a base di stoccafisso non puoi che lasciarti deliziare da uno o da tutti questi piatti tipici regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.