Patatine Fritte. Il Segreto Per Averle Croccanti Come Al Ristorante

Le patatine fritte croccanti sono una delle cose più buone che esistano.
Il Segreto Per Avere Patatine Fritte croccanti Come Al Ristorante

Al di là di tutti i dibattiti su quello che è il cibo sano e quello che invece è il cibo spazzatura, tutti sappiamo quanto sono buone le patatine fritte.

Ci rendiamo conto della bassa qualità delle patatine fritte quando sono umidicce e non sono per nulla croccanti mentre le mangiamo.

Patatine Fritte. Il Segreto Per Averle Croccanti Come Al Ristorante.

Esistono dei trucchi in grado di cambiare radicalmente la nostra capacità di cucinare le patate!
La prima cosa da fare è scegliere il tipo di patata che sia adatto. Vanno bene più o meno tutte le tipologie, con una particolare preferenza per quelle a pasta bianca, a pasta rossa o pasta gialla.

Una cosa che può apparire strana, ma che invece viene consigliata da molti è quella di usare il tipo viola delle patate. Che pur essendo esteticamente poco gradevole, si presta molto alla frittura e fa anche bene alla salute.

NON PERDERTI  Farfalle sono messaggere spirituali. Guarda cosa significano per te

Sbucciamole e tagliamole a bastoncini oppure a forma di chips, ossia come quelle che possiamo trovare in busta già pronte nei supermercati. Poi immergiamole immediatamente, ed è qui che si trova il primo trucco, in una ciotola che sia piena di acqua fredda. Attenzione, quindi, alla temperatura. La scelta dell’olio dipende, perché c’è chi preferisce quello d’oliva e chi invece quello specifico per frittura.

Patatine Fritte. Il Segreto Per Averle Croccanti Come Al Ristorante.

In realtà non fa differenza, ma l’accorgimento da tenere in considerazione riguarda solo le quantità: dev’essere 10 volte superiore alla quantità di ciò che c’è da friggere. Il trucco maggiore riguarda invece la doppia cottura delle patatine.

Immergiamo le patatine ad una temperatura di 150 gradi, aspettiamo 5-7 minuti, facciamole scolare e poi alziamo nuovamente la temperatura dell’olio a 180 gradi, facendole immergere una seconda volta. Diminuiamo però il tempo ed in questo caso lasciamole solo tre minuti.

Ora sì che saranno dorate, croccanti e davvero buone: non saranno da invidiare a quelle di alcun ristorante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *