Noto marchio di alta moda, estende le taglie delle sue collezioni fino alla taglia 54

La moda è per tutti, quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase dai sostenitori delle donne curvy, poco però è cambiato nel campo della moda.

Tra le modelle più ricercate e più convocate per sfilate e pose per i cataloghi e pubblicità, abbiamo sicuramente riscontrato poche modelle “in carne” e come sempre, la padronanza la ritrovano le modelle molto magre.

Il canone di bellezza negli ultimi anni  è cambiato

Il canone di bellezza, negli ultimi anni, è sicuramente cambiato, anche per la voce del popolo, che a gran voce, richiedeva più attenzione, da parte dei grandi marchi, verso le taglie più grandi.

A cogliere questo invito, quasi al volo, è la grande casa di moda “Dolce & Gabbana”, storica, fondata da Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

La nominatissima e conosciuta casa di moda, ha lanciato una sfilata tutta “curvy”, per dimostrare al proprio pubblico che vengono finalmente prodotte taglie fino alla 54, senza escludere nessuno.

Ovviamente, questa iniziativa è stata incredibilmente apprezzata, non solo da chi già acquistava questo marchio, ma anche da chi, quasi cercava di ignorarlo.

NON PERDERTI  La Vasellina 21 Soluzioni che non Conoscete con un Unico Prodotto

Sembra proprio una rivoluzione questa di Dolce e Gabbana, cercando di trasmettere questo messaggio anche ad altre case di moda che fino ad oggi, si sono poco interessate alle donne in carne.

Favorendo, come spesso accade, le donne molto magre, ma si sa, nessuno è uguale, ognuno ha un corpo diverso e dovremmo accettarci così come siamo, senza cadere negli eccessi.

Fino a qualche anno fa, le modelle, erano totalmente scheletriche, fino a far scatenare la moda dei disturbi alimentari che hanno coinvolto anche ragazze minorenni che per emulare le modelle loro preferite, hanno preferito danneggiarsi.

Poco dopo però, fortunatamente, queste modelle, furono sostituite da corpi più formosi, proprio per evitare che le ragazze potessero prendere esempio da quello che non era corretto come “corpo”.

Chissà se un giorno, non vedremo sfilare in una passerella d’alta moda, modelle tutte “curvy” che rendono finalmente giustizia a tante donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *