Netturbini raccolgono libri buttati e creano una biblioteca fantastica

Sono moltissimi i rifiuti che le persone buttano nei bidoni dell’immondizia, i quali poi vengono raccolti dagli operatori ecologici e portati nei vari centri di smaltimento.

Purtroppo anche i libri finiscono nella spazzatura, c’è qualcuno che ha deciso di andare contro questo spreco non solo di carta, ma anche di cultura.

Nella città di Ankara, in Turchia, i netturbini hanno pensato di conservare tutti i volumi abbandonati per allestire una vera e propria biblioteca.

Netturbini raccolgono libri buttati e creano una biblioteca fantastica.

Questi lavoratori si sono resi conto che vengono buttati dei libri che sono ancora in buono stato. Così, con il permesso dei propri responsabili hanno cominciato a raccoglierli ed a tenerli da parte.

La biblioteca si trova nel distretto di Çankaya, al nord della capitale turca, all’interno di una ex fabbrica di mattoni. L’hanno già nominata “la libreria dei libri dimenticati”.

Netturbini raccolgono libri buttati e creano una biblioteca fantastica.

Hanno costruito una vera e propria biblioteca personale lí si ritrovano per leggere e per giocare a scacchi nel tempo libero. Quando i residenti del quartiere hanno saputo del progetto, hanno iniziato a dare in dono i propri libri invece di gettarli nell’immondizia.

NON PERDERTI  I dolori e gli stati emotivi potrebbero essere collegati tra loro

Così, dopo sette mesi avevano raccolto talmente tanti libri, 6000 volumi, che nel settembre 2017 la biblioteca è diventata di patrimonio pubblico, aperta cioè a tutti.

La collezione è cresciuta così tanto che la biblioteca presta i libri anche alle scuole e alle prigioni.

Tra gli scaffali della libreria ci sono libri di ogni genere, dalla letteratura all’economia, macchine da scrivere e diversi testi che non essendo più leggibili sono stati riciclati come portalibri, o insieme a dei fili di rame sono serviti per costruire delle lampade. In pratica, in questo luogo è tutto utile e non si butta proprio nulla.

All’inizio lo spazio era stato pensato di aprirlo soltanto ai dipendenti e alle famiglie dell’azienda, ma poi hanno deciso di metterli a disposizione di tutti e hanno aperto le porte della biblioteca al pubblico trasformandolo in un luogo d’incontro per tutta la comunità. Si tratta di un’iniziativa meravigliosa sia per il benessere delle persone sia per quello dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *