Meno 8 chili in due settimane dopo l’abbuffata di Pasqua

Sono appena trascorse le vacanze pasquali, ovviamente, abbiamo mangiato davvero tanto e in maniera davvero ricca, senza pensare poi alle conseguenze. Ma, alle porte c’è sicuramente la prova costume, insomma, dovremmo iniziare a pensare di meno al cibo iper calorico e di più alla forma fisica e dunque la dieta e attività fisica.

Se avete già provato a pesarvi dopo queste feste ed avete scoperto di aver preso troppi kili per l’inizio dell’estate, oggi, vi presentiamo la dieta ideale per migliorare la vostra condizione.

La prima cosa da fare è disintossicarvi totalmente e iniziare un percorso detox, la dieta che vi regaleremo oggi, è una dieta che durerà circa tre giorni ed semplicemente per eliminare il di più.

Meno 8 chili in due settimane dopo l’abbuffata di Pasqua.

Ovviamente, noi non siamo medici né nutrizionisti, per cui, vi consigliamo di rivolgervi ad uno specialista se per voi la condizione è più grave del previsto o ne sentite il bisogno.

NON PERDERTI  Sindrome delle gambe senza riposo. Troviamo insieme i rimedi migliori

E come ovvio che sia, è necessario che aldilà della dieta, si segua anche un’attività fisica importante, poiché la dieta non basterà, per rimediare a tutto.

Questa dieta prevede, il primo giorno al mattino una colazione con: latte parzialmente scremato di circa 100 gr, del caffè se si preferisce e una fetta biscottata. Se non vi piace il caffè, potrete prendere del tè o dell’orzo, poco zuccherato ovviamente, perché sono proprio i zuccheri i nostri nemici e in alternativa alle fette biscottate un kiwi.

Meno 8 chili in due settimane dopo l’abbuffata di Pasqua.

Il primo giorno, per pranzo invece: un insalata con: tonno, pomodorini, olive bianche e mais o fagiolini se preferite, per merenda, un succo d’arancia con dei cracker. Per cena: Del pesce, quello che preferite purché non sia condito in maniera eccessiva e qualsiasi tipo di verdura da accompagnare il piatto principale, ad esempio zucchine all’insalata o dei pomodorini.

Per il secondo giorno, la colazione resta invariata, ciò che cambia è il pranzo e la cena. Per pranzo: Formaggio light spalmabile con delle verdurine, in alternativa della pasta integrale con del sugo e condito con olio a crudo. In alternativa del salmone grigliato e come sempre, poco condito e dei fagiolini per accompagnare il tutto. Per cena invece:

NON PERDERTI  Le emozioni negative influiscono sulla tua salute fisica. Ecco come

Qualsiasi pesce, purché non fritto di circa 140 gr, come sempre poco condito, accompagnata da insalata mista e pomodorini. Mentre il terzo giorno, per colazione, assumere una centrifuga di kiwi e banane, o se preferite un frullato con latte parzialmente scremato ma senza zucchero e delle fette biscottate.

A pranzo, invece, un uovo sodo e dell’insalata come sempre poco condita e con le verdure che preferite. Per merenda, una fetta biscottata integrale con il miele e in alternativa, un succo di frutta con dei cracker.

Mentre per cena un insalata mista senza nulla all’interno, mentre per contorno delle verdure all’insalata o grigliate con dell’olio a crudo.