In Italia è obbligatorio piantare un albero per ogni persona che nasce. In arrivo multe per i Comuni che non rispettano la legge

La terra, sta affrontando un periodo molto preoccupante, soprattutto per noi che l’abitiamo e i responsabili delle sue catastrofi siamo ad ogni modo, solo noi.

E’ incredibilmente triste pensare a tutte le problematiche che ci affliggono e che mandano in frantumi la nostra amata terra, che ogni giorno ci regala dei frutti e ci dà la possibilità di vivere.

Come appunto dicevamo prima, ci sono molteplici problemi da contrastare, quali: lo scioglimento dei ghiacciali, l’inquinamento ed il disboscamento che negli ultimi periodi ha portato a gravi conseguenze.

Proprio in merito a questo, da tanti anni, i vari governi del mondo, cercano di educare il cittadino a migliorare la terra e soprattutto, a provvedere al danno ormai compiuto.

Ad esempio, nelle Filippine, è presente una legge particolare, che obbliga gli studenti delle scuole superiore a piantare circa 10 alberi almeno, in tutta la carriera studentesca, per poi conseguire il diploma.

Obbligatorio piantare un albero per ogni persona che nasce

Ovviamente, questo, anche se in maniera diversa, è presente anche nel nostro paese, difatti, dal 1992, vige una legge che obbliga i comuni a prendersi cura delle proprie aree verdi.

NON PERDERTI  Ecco cosa significa sognare la nonna: interpretazione e numeri al lotto

Questo ovviamente, da come possiamo vedere però, non accade spesso. Anzi, piuttosto siamo abituati a vedere parchi degradati e scomodi anche per portare i bambini a fare una passeggiata o giocare all’aria aperta.

Ma legge a cui abbiamo fatto riferimento è la legge Cossiga – Andreotti (poi rinnovata nel 2013) e prevede l’obbligo per i comuni con un numero di abitanti pari o superiore ai 15 mila, di piantare per ogni nuovo nato un albero.

Ovviamente, questo però, non accade in tutti i comuni, ma soprattutto non accade per uno specifico motivo, non esistono sanzioni pesanti per i trasgressori, o forse non vi è molto controllo da parte delle forze dell’ordine.

Ma ultimamente, si parla di un nuovo disegno di legge, il n. 549/2018, che dovrebbe prevedere l’estensione di questo obbligo anche ai comuni che hanno il numero di abitanti pari o superiore ai 5 mila. Ma è sorto anche l’obbligo di piantare un albero, anche per tutti coloro che perdono la vita prima dei 50 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *