6 abitudini di chi soffre di depressione nascosta

La depressione è una vera e propria malattia. Spesso chi ne soffre non condivide i suoi pensieri negativi né tanto meno né parla con i parenti per trovare una soluzione.
E’ una condizione imbarazzante, spesso non viene compresa e viene sottovalutata da chiunque non ne ha mai sofferto. Per cui chi ne soffre cerca in tutti i modi di nasconderla.
Nasconderla però, non è la soluzione. Infatti, la depressione si nutre in un certo senso proprio del silenzio, spesso chi ne soffre, finge di essere felice o trasmette una sensazione di gioia. E’ scientificamente provato che chi più si mostra felice e spensierato, in realtà lo fa per mascherare i problemi ed i pensieri che lo affliggono. Quindi, fate caso a chi vi sta intorno.

6 abitudini di chi soffre di depressione nascosta.

Ma come dicevamo prima, il silenzio non è la soluzione. Parlarne e rivolgersi ad uno specialista è la soluzione migliore. Parlarne con i cari o con chi vi sta a cuore è davvero importante per liberarsi da pesi. Ma è possibile accorgerci se un soggetto è depresso, dalle loro abitudini che spesso sono palesi, ma bisogna far caso anche ad ogni piccolo gesto.
Per prima cosa, come vi avevo anticipato prima, chi soffre di depressione si finge felice ed esuberante, spesso alimentano la loro felicità cercando di coinvolgervi, ma in realtà fingono.
Seconda cosa, potrebbero avere dei problemi con la condizione dell’abbandono, infatti, chi ha subito abbandono in età infantile, spesso si rivela depresso o predisposto a questa malattia.
La terza abitudine, è quella di negare ciò che fanno nella loro quotidianità. Spesso possono compiere atti di autolesionismo, ma lo negheranno sempre, potrebbero saltare i pasti più importanti.
La quarta abitudine, riguarda i problemi alimentari,. Spesso chi soffre di depressione, evita il cibo e potrebbe entrare in una sorta di anoressia o bulimia, un modo per punirsi per ciò che hanno mangiato.
La quinta abitudine è una situazione di disturbo del sonno. Spesso chi soffre di depressione, finisce per passare le notti insonne o soffrire di sonnambulismo, questo perché chi ne soffre non riesce o ha paura di addormentarsi.
La sesta abitudine è quella di andare spesso alla ricerca di un obiettivo nella vita. Questo perché si sentono inutili e vogliono rendersi utili, non per gli altri, ma per loro stessi, per darsi un’altra opportunità.
NON PERDERTI  Al supermercato con Franco Berrino. Il famoso oncologo ci consiglia cosa evitare e perchè