Coronavirus, perché l’Italia ha il record mondiale di contagiati dopo la Cina

Ci siamo chiesti, più volte, come mai l’Italia, risulta il paese più colpito dal covid-19, soltanto dopo la Cina? Insomma, geograficamente siamo piuttosto distanti eppure, siamo quasi a pari numero.

Record mondiale di contagiati. Ecco il perchè

Il nostro paese, è uno di quelli dove possiamo trovare un’alta densità di cittadini Italiani cinesi e dunque che viaggiano spesso da e per la Cina, mentre vi sono anche un’altra fetta, proveniente soprattutto dal nord Italia (prima zona rossa), che per questioni lavorative, viaggia molto da e per l’Asia in generale.

Aldilà di questo, che è un dato di fatto, è soltanto da Gennaio che è stato individuato questo virus, così pesante, individuarlo prima, forse era possibile, ma questo di certo, non spetta a noi dirlo, ma soltanto a chi di competenza.

Siamo arrivati, ad un numero così alto, in così poco tempo, perché abbiamo davvero tanto, perso tempo, a cercare il cosiddetto “paziente zero”, colui che insomma, ha portato in Italia il virus.

NON PERDERTI  Coronavirus: Madrid mette a disposizione dei senzatetto un albergo e una pensione

Possiamo sicuramente accertare, che fosse impossibile risalire a chi, effettivamente aveva questo virus in partenza, poiché nel giro di poche settimane, gli infetti si sono moltiplicati, quasi alla velocità della luce.

Possiamo però costatare, che, mentre in Italia, siamo davvero sommersi da casi di infetti da corona virus, in Francia e in Germania, gli infetti, sono davvero pochi.

Ovviamente, tutta l’Italia si sta chiedendo il perché, magari perché forse, non sono stati effettuati così tanti controlli come ne effettuiamo noi, anche perché gli aereoporti tedeschi e francesi, erano aperti, esattamente come i nostri.

Insomma, bloccare i voli, ormai era impossibile, il virus lo avevamo in “casa”, prima o poi avrebbe contagiato più o meno tutti.

L’errore più grande però, è stato fatto con i controlli a tappeto con i tamponi, sono stati effettuati controlli a tampone, come se non ci fosse stato un domani, a chiunque, molti di loro, anche se avevano il virus incubato, non potevano risultare positivi.

Dunque, proprio per questo motivo poi, si sono moltiplicati così in fretta.
Ora però, non ci resta altro da fare, che seguire i consigli imposti dal nostro governo e soprattutto adottare misure d’igiene massime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *