Come preparare gli Incensi Sciamanici per eliminare stress ed energie negative da ogni ambiente

Gli incensi sciamanici non fanno parte della nostra tradizione eppure sono affascinanti, belli da conoscere e aiutano anche a liberarci dall’ansia, dallo stress e dalle energie negative in generale.

L’uso delle piante per effettuare questi riti non è assolutamente una concezione recente né una moda, ma è qualcosa che gli esseri umani fanno da migliaia di anni.

Lo scopo dei riti può essere religioso, ma più frequentemente guaritivo, purificativo, protettivo e tanto altro. Come preparare gli Incensi Sciamanici per eliminare stress ed energie negative da ogni ambiente.

Come preparare gli Incensi Sciamanici per eliminare stress ed energie negative da ogni ambiente.

Jane Alexander, nel suo libro “The smudging and Blessings Book”, ha appunto trattato l’argomento dicendo che lo smudging ha diverse abilità, tra le quali la capacità di eliminare l’energia negativa da uno spazio che abbiamo recentemente ‘invaso’, come ad esempio una nuova casa.

Ma è anche possibile celebrare diverse occasioni, aiutarci a lasciare alle spalle qualcosa di negativo, stimolare il sonno, portare via lo stress e migliorare rapidamente il nostro umore, facendoci alzare con il piede giusto.

NON PERDERTI  Depositi di Grasso e Parassiti Ecco Come Eliminarli e Perdere Peso

Guardiamoci attorno e guardiamo le piante che crescono nelle vicinanze per scegliere le migliori e quelle più adatte alle nostre esigenze.

Eliminare stress ed energie negative da ogni ambiente.

Ad ogni modo, per lo smudging vengono utilizzate: la salvia, per la rimozione delle energie negative; l‘artemisia tridentata per i raffreddori e le emicranie; le foglie di cedro e il balsamo di abete per purificare gli ambienti; la stevia, che porta calma, energia positiva e allo stesso tempo purifica.

Sono tante, poi, le scelte. Il basilico e il ginepro sono considerati purificatori mentre l’artemisia serve anche per rendere più lucidi i sogni. La lavanda sa calmare mentre il verbasco serve per i malati e serve per migliorare le funzionalità respiratorie.

Bisogna, per mettere in pratica il rito, avvolgere circa 20-25 cm di pianta con un filo resistente e poi dare fuoco al fascio dei rami, spegnendo poi il fuoco e lasciando che i rami ardenti si ‘sbollentino’ in un oggetto a prova di incendio.

Poi diffondiamo il fumo e le ceneri nello spazio circostante.