Cani abbandonati. Un sacerdote promuove l’adozione durante la messa

Sono tanti i pericoli a cui sono sottoposti i cani abbandonati che vivono per strada. Un sacerdote, in Brasile ha lanciando un messaggio durante la Messa.

Un gesto nobile da parte di un sacerdote, ha permesso che fosse adottato un cane. Non è l’unico, perché ogni giorno raccoglie dalla strada molti cani e li porta a casa. Li sfama e poi invita i parrocchiani ad adottarli.

Cani abbandonati: Un piccolo gesto d’amore da parte nostra può fare la differenza.

Sono davvero tanti i cani abbandonati che ogni giorno rischiano la vita. Un piccolo gesto d’amore da parte nostra può fare la differenza.

I cani randagi patiscono la fame e il freddo. Tutti i giorni corrono seri pericoli, sia per le avversità climatiche, che per gli incidenti stradali. Spesso attraversano le autostrade correndo gravi pericoli per se stessi, ma mettendo a repentaglio la vita anche degli automobilisti.

Basterebbe da parte di tutti un piccolo gesto d’amore che migliorerebbe la vita di tutti.

In Brasile, un sacerdote della Chiesa cattolica di Santana, nel corso della Messa alla quale era presente anche un cane, lo ha presentato ai fedeli, invitandoli ad adottarlo.

NON PERDERTI  Pannelli solari trasparenti possono trasformare le finestre in fonti di energia

Davvero un bel gesto che ha sensibilizzato la comunità ad adottare molti cani che vivono per strada.

I cani sono animali buoni e affettuosi; aiutano a combattere la solitudine e la depressione. Migliorano il carattere dei bambini e stimolano lo sviluppo cognitivo dei portatori di handicap.

I nostri amici a quattro zampe chiedono in cambio solo affetto. Loro ne danno davvero tanto e ci restano sempre accanto nei momenti difficili, sopportando i nostri sbalzi di umore.

Al contrario delle persone non ci giudicano e ci accettano per come siamo.

L’iniziativa di padre Juan Pablo dovrebbe essere presa da esempio, per aumentare l’amore verso gli animali. Egli nel corso degli anni, ha salvato molti cani che ha raccolto per strada, ha sfamato e poi durante la messa ha presentato alla comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *