I 10 alimenti più pericolosi secondo la Coldiretti : ecco quali sono

I 10 Alimenti più pericolosi per la Coldiretti, ecco l’articolo completo.

Il modo per tenere un corpo sano e prendersi cura della propria salute sono sostanzialmente basati sul seguire tre punti fondamentali, praticare attività fisica, evitare forme di stress prolungate e seguire una sana alimentazione.

I cibi pericolosi secondo Coldiretti
Cibi pericolosi secondo Coldiretti

Molto spesso può accadere senza, senza neanche rendercene conto, di portare sulle nostre tavole prodotti alimentari non salutari.

Questo è quello che viene alla luce da una recente lista redatta da Coldiretti, la quale elenca dieci tra i più pericolosi alimenti che gli italiani portano con regolarità sulle loro tavole.

La lista è redatta in base ai recenti studi diffusi dall’Agenzia europea sulla sicurezza alimentare.

La lista dei cibi pericolosi secondo Coldiretti:

Ora andiamo a scoprire quali sono e sul perché non dovremmo consumarli.

La lista diffusa mette al primo posto i peperoncini piccanti importati da India e Repubblica Dominicana.

Il 20% di questo alimento analizzato è risultato non conforme alla norme europee per colpa dei residui chimici sopra i limiti consentiti.

NON PERDERTI  Maria De Filippi arrabbiata con i ballerini di Amici: "Dovete portare rispetto".

Il secondo alimento che troviamo sono le bacche di Goji, il numero di campioni che è risultato essere irregolare è del 13%, questi provenienti dalla Cina.

Al terzo posto compare il riso del Pakistan con il 12,5% risultato non conforme.

Questi sono gli alimenti a cui prestare maggiormente attenzione, i restanti della lista non superano il 10% ma per questo non dobbiamo decidere di non evitarli o di non consumarli in grandi quantità.

Ecco quali sono:melograno turco con il 9,1%,il tè che viene importato dalla Cina con l’8,3%, l’okra che proviene dall’India con il 6,7%.

Se quest’ultimo non lo si conosce è un alimento molto simile alle nostre zucchine.

Per completare la lista troviamo, il frutto del drago importato dall’Indonesia con il 6,7%, fagioli brasiliani con il 6% e per finire in fondo troviamo due alimenti di origine egiziana, i peperoni dolci con il 3,8% e le olive da tavola con il 3,7%.

Le spiegazioni:

In tutti questi prodotti analizzati sono state trovate tracce di insetticidi che ormai le norme italiane ed europee hanno proibito da anni.

NON PERDERTI  Camminare 30 minuti al giorno: ecco come cambia il tuo organismo

Noi così come la Coldiretti vi sconsigliamo di assumerli ma se proprio non potete farne a meno di consumarne in poche quantità, questo non vuole essere un consiglio medico.

Ma solo il mettere in risalto lo studio fatto da professionisti e tenervi informati su quello che potrebbe essere messo sulle tavole delle famiglie.

Cibi nocivi secondo Coldiretti
I cibi pericolosi secondo coldiretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *