Influenza 2019/20: come sarà? Sintomi e rimedi

Ogni anno con l’avvicinarsi dell’inverno milioni di italiani devono imbattersi nell’influenza tipica invernale.

Questo virus che si trasmette per vie aeree mediante il contatto con persone già affette, ma può essere contratto anche toccando superfici contaminate e poi portando le mani alla bocca.

I sintomi comuni a tutti i ceppi influenzali sono: febbre, tosse, brividi, dolori articolari e muscolari, mucosa nasale, mal di gola e tosse, ma ogni anno è diversa.

Cosa dobbiamo aspettarci dall’influenza 2019/20

Vediamo cosa c’è da aspettarci dall’influenza 2019/20 e cosa ancora più importante come cercare di non contrarla.

Il Ministero Della Sanità ci fa sapere che l’influenza di stagione a cui si andremo incontro prossimamente, sarà contratta da meno persone rispetto a quella precedente ma sarà più aggressiva.

Le raccomandazioni del Ministero Della Salute a tale scopo sono: dare particolare attenzione alle donne incinte, infatti l’influenza potrebbe portare serie complicazioni a causa del sistema immunitario indebolito dalla gravidanza stessa.

Tali attenzioni andrebbero riportate anche al nascituro per evitare un parto prematuro.

NON PERDERTI  Cibi dannosi: questi fanno malissimo e non dovete mangiarli spesso

Onde evitare questi rischi bisogna parlarne con il proprio ginecologo e scegliere magari un vaccino adatto allo stato interessante.

Come citato precedentemente, quest’influenza sarà contratta da meno persone ma sarà più aggressiva, infatti i sintomi saranno oltre a quelli di sempre sopra citati: vomito, diarrea, mal di testa, mancanza di appetito e in alcuni casi potrebbero verificarsi indebolimento polmonare.

Maggiore attenzione oltre che per le donne in stato interessante, anche per i bambini molto piccoli, per gli anziani o per chi ha serie patologie come i cardiopatici.

Come cercare di scamparla?

  • I consigli dei virologi sono i seguenti:
  • Coprirsi bene,.
  • Cercare nei limiti di non frequentare posti molto affollati e nel caso non fosse possibile allora di indossare una mascherina, magari comprandola in farmacia.
  • Lavarsi le mani molto spesso e soprattutto ai primi sintomi non fare cure fai da te ma rivolgersi al proprio medico.

Per tutti coloro che sono a rischio, come: bambini, anziani e persone con patologie gravi è consigliato il vaccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *