I bambini intelligenti si sporcano col fango, si arrampicano sugli alberi, non giocano con il tablet

Con l’avvento della tecnologia, e di tutto ciò che ne è derivato (Smartphone, tablet etc.), il modo di giocare dei nostri figli è totalmente cambiato rispetto ai nostri giorni. Ora alcune domande ci sorgono spontanee sull’educazione al gioco dei nostri bambini.

In passato il modo dei bambini era totalmente diverso. Infatti, ricordiamo tutti che fino a 20 anni fa, i bambini erano liberi di giocare all’esterno, sporcarsi e divertirsi senza alcun problema.

I bambini intelligenti si sporcano col fango, si arrampicano sugli alberi, non giocano con il tablet.

Con il tempo, i genitori sono diventati anche più protettivi. Difatti, per evitare problemi eventuali di salute, hanno evitato di far giocare i bambini in luoghi poco puliti. I bambini infatti, al giorno d’oggi, giocano molto con delle apparecchiature tecnologiche, che in un certo senso, migliorano anche la logica, parliamo dei tablet.

Sicuramente strumenti interattivi che aiutano lo sviluppo e la crescita della creatività dei bambini, ma uno studio smentisce tutto. Oggi vi parleremo proprio di quello che è stato scoperto negli ultimi tempi riguardante proprio il metodo di gioco dei bambini e perché è necessario che i bambini possano giocare all’esterno.

NON PERDERTI  Affinità di coppia: le caratteristiche per segno zodiacale

Innanzitutto, far giocare i bambini all’esterno, nei parchi, permette loro di fare amicizia e di entrare in contatto con altri bambini e sviluppare la loro socialità, così non avranno difficoltà nell’inizio del percorso scolastico.

All’aria aperta, i bambini sviluppano tante altre aree, come il senso di responsabilità, prendere delle decisioni importanti e fanno delle scoperte incredibili.

Anche solo il fatto di toccare il terreno e scoprire che si sporcano è davvero importante per loro. Capiranno da soli che il terreno è sicuramente un qualcosa che li sporca.

Infatti a contatto con l’ambiente esterno, sviluppano la curiosità di toccare, scoprire, esplorare e sbagliare, per loro è davvero importante sperimentare situazioni diverse. Supereranno da soli la paura degli insetti e degli animali, ma soprattutto la paura di sbagliare poiché da soli fanno esperienze anche minime.

Per cui, il consiglio di alcuni psicologici e sociologi è quello di lasciar sbagliare i propri bambini e giocare liberamente all’aria aperta senza timore che accada qualcosa