Dieta Brasiliana Ecco Come Perdere 12 Chili In Un Mese

Il tempo stringe ed è necessario affrontare al meglio ed il prima possibile la prova costume. Prova anche tu la dieta brasiliana.

Chi non ha avuto tempo e modo per mettersi a dieta in precedenza ora pensa di non potercela fare, ma esistono delle diete facili da mettere in pratica che portano ottimi risultati nel giro di pochissimo tempo.

Una di queste viene chiamata dieta brasiliana e consente di perdere 12 chili in un mese, quindi giusto in tempo per la temutissima succitata prova!

Dieta Brasiliana Ecco Come Perdere 12 Chili In Un Mese.

Non si tratta assolutamente, e questo va precisato, di una dieta che non consente a chi la pratica di mangiare abbastanza o che ordina di privarsi delle sostanze nutritive di cui ciascuno di noi ha bisogno.

Al contrario, chi vuole seguire la dieta brasiliana deve mangiare 4 o 5 volte al giorno. Per quanto riguarda la colazione, è necessario rivoluzionare un po’ il modo (quantomeno quello italiano) di concepirla.

NON PERDERTI  Inquinamento. Birrificio sviluppa un imballaggio commestibile che nutre

Ossia a base di latte e di prodotti dolci. Infatti si basa principalmente sul consumo di frutta e di succhi: una banana con il succo di mela per il primo giorno, e succo d’arancia sempre accompagnato con una banana per il secondo, ed altra frutta nel corso delle giornate.

A questo punto arriva il momento di mangiare a metà mattinata, il secondo pasto previsto dalla dieta. Procuriamoci delle fette di pane integrale e poi mangiamo un altro succo di frutta. Allo stesso modo, prima di andare a dormire (ultimo pasto della giornata) mangiamo le stesse cose: pane integrale e succo di frutta a scelta, preferibilmente arancia e mela.

A pranzo vanno bene verdure lesse come le carote, zuppe di verdure, pesce e carne fino a 150 grammi, e tutto preferibilmente lesso. Per la cena vale più o meno lo stesso discorso, ma attenzione a non esagerare con le quantità.

Il tutto sottintende però uno sforzo intenso almeno per le prime due settimane; in seguito, andiamo aumentando le quantità mantenendoci però sullo stesso regime. Chiediamo informazioni al nostro medico di riferimento in caso di dubbi.