Inquinamento. Birrificio sviluppa un imballaggio commestibile che nutre

Siamo in un periodo storico, dove si sta combattendo in maniera costante l’inquinamento nel mondo, ma in maniera specifica nel mare, poiché i suoi abitanti non possono ribellarsi.

In America è partita una grande campagna di sensibilizzazione contro la dispersione di oggetti di plastica nell’oceano, dopo che un immagine di una tartaruga con una cannuccia nelle narici, ha fatto il giro del mondo.

Infatti, nello stesso paese, hanno vietato la vendita di bibite con annesse cannucce di plastica, se non biodegradabili, molti grandi brand e catene hanno aderito a questa iniziativa.

Ma qualcuno, ha addirittura sviluppato un progetto incredibilmente innovativo. La saltwater brewery è un azienda di birra artigianale, questa infatti, ha inventato un nuovo sistema per gli anelli che generalmente tengono unite le birre.

Questi anelli di plastica infatti, spesso finiscono in mare e ci sono molte fotografie che ritraggono animali bloccati in questi anelli e non possono assolutamente liberarsi.

Birrificio sviluppa un imballaggio commestibile che nutre

Questa società infatti, ha sviluppato degli anelli per birre commestibili, questo perché, gli animali, invece di ferirsi con questi anelli, potranno nutrirsi.

NON PERDERTI  Combattere il cancro con l’alimentazione

Sappiamo infatti che la birra viene dal luppolo, per cui, questi anelli sono stati creati con sottoprodotti della birra come: orzo e grano.

Sono commestibili ma soprattutto biodegradabili, così da contribuire al non inquinare e quindi salvaguardare l’ambiente, ma anche a non danneggiare gli abitanti del mare e chi ne è ospite, quindi gli umani stessi.

L’azienda specifica che questo imballaggio è esattamente come quello di plastica, poiché resistente, anche se il costo di produzione è molto più elevato, per cui, il costo delle birre aumenterà.

Ma acquistare per questo marchio, non significa soltanto, soddisfare i nostri bisogni acquistando i loro prodotti, ma anche sostenendo l’ecologia, questo perché altri marchi non hanno ancora aderito.

Ovviamente, queste soluzioni dovrebbero essere adottate da più società e per più usi, anche ad esempio per le buste di plastica che vengono fornite dai supermercati per trasportare la spesa.

Ma non solo, tanti altri oggetti dovrebbero essere praticamente prodotti soltanto in maniera biodegradabile oppure potrebbe essere quanto meno riciclabile, poiché la situazione attuale dell’inquinamento mondiale, sicuramente è grave.