Acqua e limone aiutano se hai uno di questi 13 problemi, ma non commettere questi errori

Chi ha mai bevuto acqua calda e limone al risveglio? Probabilmente al risveglio nessuno ha voglia di bere qualcosa del genere.
La limonata è più che altro caratteristica della stagione calda e si sorseggia fresca.

Ma l’acqua calda con il limone può risolvere davvero una moltitudine di problematiche di salute.

Grazie alla presenza degli antiossidanti e della vitamina C, e di altri essenziali elementi, l’acqua calda e il limone aiuta a stimolare efficacemente il sistema immunitario.

Acqua e limone aiutano se hai uno di questi 13 problemi, ma non commettere questi errori.

Il succo di limone grazie alle sue proprietà limita lo sviluppo dell’acne riuscendo così a ridurre l’antiestetico problema in poche e semplici mosse. Strofinando l’acqua calda e metà di limone sul viso riusciremo a risolvere in poco tempo il problema.

Inoltre è un toccasana per i calcoli renali, grazie alla presenza di potassio che riduce con efficacia la formazione di ossalati. Grazie all’importante contributo che da’ alle ghiandole linfatiche, questo miscuglio, rafforza il sistema immunitario con grande efficacia riuscendo anche nella prevenzione delle patologie virali comuni come l’influenza e il raffreddore.

NON PERDERTI  Amla: il frutto più antiossidante in assoluto. Rigenera anche il fegato

Bere acqua e limone durante i pasti aiuta a combattere i problemi alla cistifellea, che possono essere anche molto dolorosi. Inoltre la vitamina C contenuta nel limone può combattere singolarmente le infezioni virali.
Questa bevanda può aiutare a combattere il reflusso gastroesofageo in maniera rapida ed efficace, con una cura di sole due settimane. Riusciremo a fare molto di più così che trattandoci farmacologicamente.

Per la fibromialgia anche questo può essere un buon rimedio, soprattutto se abbinato allo yoga. Infatti può essere la cura di moltissime infiammazioni, non importa a che livello.

Per i dolori muscolari e articolari questo può essere un buon rimedio. Ma non dimentichiamoci che se soffriamo di patologie gravi o ne sospettiamo, dobbiamo rivolgerci al medico e curarci con la medicina tradizionale.