La scienza dice che: le persone che arrossiscono sono affidabili e generose

nonsolodonna 1

Arrossire non è altro che una forma di linguaggio non verbale, capace di rivelare i nostri sentimenti quando non ce lo aspettiamo.

Accade all’improvviso e nei momenti più disparati, come può essere un colloquio di lavoro, un complimento, una figuraccia o quando semplicemente l’attenzione ricade su noi.

Quante volte ci siamo chiesti come mai non riusciamo a controllare questa reazione che speriamo non la veda nessuno ma che noi sentiamo arrivare e ci imbarazza e che purtroppo o meno male è palesemente visibile a chi ci sta di fronte.

Le persone che arrossiscono sono affidabili e generose

Fisiologicamente si arrossisce perché durante l’imbarazzo che si avverte , l’adrenalina, fa allargare i capillari che trasportano il sangue alla pelle.

In una società che ci vuole quasi robotizzati, dove non ci possiamo permettere di essere timidi, dove dobbiamo mostrare solo ed esclusivamente il lato forte e sicuro , sono veramente poche le persone che riescono ancora ad arrossire.

Se siete fra queste rare persone, sappiate che siete molto più affidabili e generosi degli altri e soprattutto che il rossore che vi arriva alle guance non è nulla di negativo.

NON PERDERTI  La depressione non è solo tristezza, è molto di più e influenza molto più di quanto pensi

Riuscire ad arrossire dimostra si vulnerabilità ma anche e soprattutto sincerità, è come mettere a nudo i nostri sentimenti, il nostro essere più intimo e generalmente riservato solo a poche persone.

Quando sentiamo pervenire questo rossore la tendenza è quella di abbassare lo sguardo, chinare la testa o nascondersi il viso fra le mani, come a vergognarsi di arrossire.

Niente di più sbagliato, la persona che vi ha di fronte sa che in quel momento non siete altro che voi stessi, veri e senza nessuna maschera, siatene fieri quindi.

Uno dei primi passi importanti nella vita degli esseri umani è quello di accettare le proprie caratteristiche, siano esse fisiche che comportamentali, solo così si avrà uno sviluppo e quindi un’evoluzione equilibrata e soprattutto una maturità graduale che si acquista inesorabilmente con il bagaglio di esperienza che si fa nel percorso della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *