Giuseppe Di Bella:”Ecco come truffarono mio padre e boicottarono la sua cura”

Il metodo Di Bella, dopo quindici anni dalla fine della sperimentazione, torna a far parlare di sé grazie al lavoro di Giuseppe Di Bella.

Sta portando avanti la terapia inventata dal padre Luigi. Tenendo in considerazione le tante persone che si rivolgono ai Bella per essere curate come previsto dai protocolli della terapia.

Quello che sicuramente ha creato molto scalpore e che fa parte delle dichiarazioni dello stesso Giuseppe Di Bella, consiste nel fatto che pare ci siano state moltissime guarigioni tra i pazienti che hanno messo in pratica la terapia.

Alcuni tribunali hanno imposto alle ASL di riferimento dove i pazienti facevano le cure tradizionali precedenti, di effettuare un rimborso completo. Quello che sicuramente fa più effetto è che tale notizia non è trapelata da nessuna parte. Ma al contrario non è stata per nulla diffusa dai telegiornali né dalle testate giornalistiche più importanti.

Come fu boicottata la terapia Di Bella

Quello che il figlio di Luigi Di Bella ha raccontato consiste nel fatto che la sperimentazione della terapia fu bocciata alla fine degli anni ’90. Ma quello che colpisce è che pare sia emerso un boicottaggio della terapia.

NON PERDERTI  L'invidia di un amico è peggio dell'odio di un nemico

Difatti sembra che venissero utilizzati dei farmaci scaduti per dimostrare l’inutilità della terapia che se invece fosse stata fatta con i farmaci adeguati, avrebbe potuto dare i suoi frutti e diventare ufficiale.

Questo importante dettaglio era emerso dalle indagini portate avanti dal PM Raffaele Guariniello, il quale ha poi sottolineato senza troppe precisazioni altri ‘gravi errori voluti’ per boicottare la terapia.

Giuseppe Di Bella, infine, in una sua lunga intervista, ha esposto con chiarezza le motivazioni per cui il MDB viene censurato. Non soltanto in Italia ma anche a livello mondiale. In questo video sostiene anche che la medicina attualmente stia giocando con la salute dei malati e non sia realmente intenzionata a trovare delle cure.