Amalgami dentali. Milioni di persone avvelenate dal mercurio

Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di andare al dentista. Farsi togliere un dente e farsene mettere uno finto o comunque sottoporsi a trattamenti di tipo dentistico. Amalgami dentali: milioni di persone avvelenate dal mercurio.

Ma in pochi conoscono gli effetti sulla salute degli amalgami dentali usati da moltissimi dentisti, che possono essere davvero devastanti.

Amalgami dentali. In primo luogo bisogna tenere a mente che sono tantissime le persone che soffrono, pur non pensando di essere state a contatto diretto con tale sostanza, di avvelenamento da mercurio. Non si tratta di un avvelenamento in acuto ma favorisce lo sviluppo di una moltitudine di malattie mentali, ma anche dell’ansia e della depressione.

Amalgami dentali. Milioni di persone avvelenate dal mercurio.

Infatti è stato dimostrato che gran parte dei pazienti affetti da tali patologie si sono ammalati a seguito dei cambiamenti biochimici che si verificano dopo ripetute esposizioni a elementi tossici come il mercurio (Hg).

Il mercurio, tra le neurotossine maggiormente nocive per l’organismo, si possono trovare anche negli amalgami dentali usati da una moltitudine di dentisti. Ed è proprio a questo che può essere attribuito l’aumento dei casi di avvelenamento da mercurio nella popolazione. In media, una persona assorbe 100 mg di mercurio al giorno se ha un solo amalgama dentale.

NON PERDERTI  Occhi: 20 cause e sintomi da non sottovalutare

Amalgami dentali. Milioni di persone avvelenate dal mercurio.

Durante un’operazione, anche il mercurio viene inalato. Questa neurotossina interferisce con la guaina mielinica che protegge i nervi ma allo stesso tempo riduce l’assorbimento del GABA dando così vita a sintomi ansiosi o di tipo depressivo.

Inoltre blocca e contrasta l’effetto terapeutico di minerali come lo zolfo e il selenio. Aiuta il sistema immunitario a identificare le cellule indesiderate. Competendo con questi minerali cruciali, il mercurio consente alle cellule cancerose di sopravvivere nel corpo.

Favorendo così lo sviluppo di tumori. L’esposizione cronica al mercurio inoltre causa la pressione eccessivamente alta, la glicemia, il colesterolo “cattivo” troppo alto, e tante altre condizioni che accorciano la durata della vita inficiando anche sulla qualità.